Arancia rossa di Sicilia IGP

Il profumo intenso della sua buccia da grattugiare su piatti salati e dolci, per un tocco gourmet!

Flick on Food

Origine

 

Con il termine “arancia rossa” si indicano alcune varietà di arance note per il colore rosso intenso e il sapore dolce. La diffusione dell’arancia dolce cominciò tra il XV e il XVI secolo attraverso gli scambi commerciali con i portoghesi. Il loro colore rosso deriva da alcuni pigmenti antociani o antocianine che necessitano di particolari condizioni climatiche. Territori come quelli di Catania e Siracusa sono perfetti, grazie alla presenza del vulcano, e a un clima secco con forti escursioni di temperatura tra il giorno e la notte. Il periodo di maturazione avviene tra ottobre e dicembre. Le varietà più note di arance rosse sono: Sanguinello, Moro e Tarocco.

Cook it

Il suo colore rosso intenso e il suo profumo rendono l’arancia rossa perfetta per la preparazione di spremute e succhi. Da consumare fresca e in cucina si usa per antipasti, ma anche per primi, secondi e dolci. È presente nel Cointreau, Gran Marnier, Aurum e Curaçao. Nella gastronomia tipica siciliana l’arancia rossa si usa per prelibate gelatine o anche per una tradizionale insalata con olive nere e finocchi o anelli di cipolle.

Lo sapevi che

Come scegliere l’arancia? Deve essere pesante, con la scorza fine e aderente alla polpa, con la rosetta “verde” attaccata, a garanzia di un raccolto recente. Se vuoi bere una spremuta gustosa e succosa un po’ prima della spremitura le arance vanno messe in ammollo in acqua fredda.

Gallery