flickonfood_new_on

Asparago bianco di Bassano

INTRO

Origine

L’asparago bianco di Bassano è un ortaggio pregiato appartenente alla famiglia delle Liliacee, La zona di produzione e confezionamento comprende i territori dei comuni veneti di Bassano del Grappa. Nel novembre 2007 ha ottenuto il marchio DOP. Oltre al colore, le sue caratteristiche sono: lunghezza tra i 18 e i 22 centimetri e diametro centrale minimo di 11 mm, turioni ben formati, dritti, interi con apice serrato. La coltivazione dell’asparago nel Bassanese pare avere origini molto antiche, nel cinquecento, una violenta grandinata avrebbe rovinato la parte aerea della pianta; il contadino cercò allora di cogliere quello che rimaneva sottoterra dell’asparago, cioè la parte bianca. Si accorse che era buona e da allora cominciò a cogliere l’asparago prima che spuntasse da terra”.

Cookit

L’asparago bianco è più dolce rispetto agli asparagi di colore verde, ha un sapore così delicato da poter essere gustato al naturale. Freschi e profumati ma devono essere consumati entro pochi giorni dalla raccolta (massimo 2-3 gg.). Altrimenti si possono conservare in frigo a 4° di temperatura o immergerli in acqua fredda. Oltre al naturale sono perfetti abbinati a riso, pasta e uova.

 

Lo Sapevi Che

Coltivati con la tecnica della “forzatura” che prevede di farli crescere sotto terra e coperti con teli per far sì che si ingrossino rimanendo perfettamente bianchi. Spuntano con l’arrivo della primavera e sono disponibili fino a giugno. Perfetto per il passaggio alla primavera, in quanto depurativi e diuretici. Facilitano anche la digestione perché ricchi di fibre lunghe.

 

VarietÃ

Share