Cacao

Giù di corda? Il cioccolato fondente è una sostanziosa fonte energetica, l'ideale per gli sportivi

Flick on Food

Origine

 

Nell'umido calore delle foreste tropicali nasce - racchiuso in un frutto venerato da popolazioni antiche e odierne - il cacao o cibo degli dei: dalla traduzione letterale dal nome dell'albero «Theobroma» da cui si ricava. Il cacao è stato per molto tempo protagonista di merce di scambio e baratto per le sue preziose proprietà curative: aspetto per cui Colombo ha destato molta curiosità. Sono stati, infatti, molti i medici che hanno rinunciato alla loro attività locale per studiare e sperimentare nuove cure a base di cacao. Quest'ultimo si ricava da un lungo processo di lavorazione delle fave del frutto: dalla raccolta alla loro macinazione per ottenere la polvere, il liquore o il burro di cacao. Il cacao viene coltivato soprattutto in Brasile, Costa D'Avorio in Africa e in America Latina; raccolto un paio di volte l'anno e, poi, esportato in tutto il mondo.

Cook it

Esistono diversi tipi di cioccolato tra cui quello fondente, al latte e bianco. La polvere di cacao amaro si ottiene dalla parte grassa del seme, il burro di cacao poi viene macinato e si ricava la polvere amara di cacao. Ideale per spolverare dolci dal tiramisù al tartufo nero, ma anche ottimo in piatti salati come pappardelle, tagliatelle e gnocchi. Per questo può essere considerato un ingrediente tipico della cucina italiana.

Lo sapevi che

Il cioccolato è una delle poche sostanze commestibili a fondere a circa 34° C, appena al di sotto della temperatura del corpo umano. Ecco perché si scioglie così facilmente sulla lingua.

Gallery