flickonfood_new_on

Ciliegia ferrovia

Una varietà irresistibile di ciliegia, molto dolce, perfetta per colorare le nostre insalate!

Origine

La ciliegia ferrovia è una cultivar di ciliegio ampiamente diffusa in Italia. Ci sono diverse versioni sul perché questa ciliegia si chiami proprio ferrovia: secondo alcuni il primo albero fu piantato nel 1935 vicino a un casello ferroviario di un paesino vicino a Bari, e gli abitanti la chiamarono “Ferrovì” perché l’albero era nato a pochi metri dai binari. La leggenda vuole che per alcuni anni l’albero sia stato curato dal casellante ferroviario dell’epoca per poi diffondersi sul territorio del sud-est barese fino ad arrivare a essere la principale cultivar di Turi e Conversano, paesi limitrofi che vantano una delle maggiori produzioni in Italia della ciliegia ferrovia. Secondo altri, invece, negli anni Quaranta nessuno conosceva il nome di questa varietà, ma le fu attribuito il nome ferrovia perché resistente al trasporto in treno, che all’epoca era definito in gergo ferrovia. La resistenza, unita al fatto che è possibile conservarla fresca per alcuni giorni, rendono la ciliegia ferrovia particolarmente adatta alla distribuzione alimentare e all’esportazione in tutta Europa.

In Cucina

La sua particolarità è che è molto grande, ha un peduncolo più lungo rispetto ad altre varietà, ma soprattutto ha una caratteristica forma a punta. La polpa soda e il gusto intenso possono essere apprezzati appieno quando la ciliegia ferrovia viene consumata fresca e al naturale. Tuttavia la ciliegia è un ingrediente eclettico in cucina, che si adatta ugualmente al dolce e al salato. Per esempio, la ferrovia è ottima per la preparazione di marmellate — anche senza l’aggiunta di zucchero, perché il frutto è già naturalmente molto dolce. Anche la carne si presta bene ad un accostamento con questo frutto: un saporito chutney di ciliegie può accompagnare gli arrosti, di anatra o di maiale. La stagione calda, invece, le rende perfette per un’insalata colorata e rinfrescante. Ricordatevi di non buttare i noccioli perché lavati ed essiccati possono essere utilizzati per riempire dei piccoli cuscinetti, che scaldati, sono utilissimi per calmare crampi addominali e dolori alla cervicale.

Lo Sapevi Che

Si ritiene che la varietà più pregiata di ciliegia ferrovia sia quella coltivata a Turi, in provincia di Bari. E proprio per celebrare questo frutto la città si tinge di rosso ogni anno con la Sagra della Ciliegia Ferrovia, manifestazione che quest’anno, giunta alla ventottesima edizione, si terrà sabato 2 e domenica 3 giugno. Si tratta di un evento enogastronomico esclusivamente dedicato a questa varietà di ciliegia che, oltre alla dolcezza, vanta anche numerose proprietà benefiche. La ciliegia ferrovia è ricca di vitamina A e C, protegge la vista ed è ottima per le difese immunitarie. Inoltre, contiene acido folico, calcio, potassio, magnesio e fosforo. La ciliegia ferrovia ha note proprietà disintossicanti e depurative, agevola la digestione dei cibi e contribuisce a ridurre il gonfiore addominale.

Varietà

Share