Mango

Il Re della frutta esotica è anche Made in Italy.

Flick on Food

Origine

 

Il mango è un frutto esotico dalla polpa molto profumata e gustosa appartenente alla famiglia dell’Anacardiacee. Originario dell’Asia, in India è un coltivato fin da tempi antichissimi, oltre 4.000 anni e oggi conta all’incirca 400 specie diverse. Sulle tavole europee arrivò con i portoghesi nel 1600, popolo a cui si deve il nome attuale del frutto, manga in portoghese. E’ coltivato in tutte le zone tropicali ed è quindi reperibile sui banchi tutto l’anno. E in Italia? Esistono delle coltivazioni anche in Sicilia e in Calabria. Qui però il periodo di fruttificazione è molto breve ed è concentrato in 6/7 settimane tra fine agosto e inizio settembre, fino a metà ottobre.

Cook it

Il mango è un frutto dolce, ma fate attenzione a consumarlo maturo altrimenti tende ad essere un po’ aspro. Grazie al suo sapore zuccherino è ottimo da consumare da solo o sotto forma di smoothie, ma si presta benissimo anche in cucina nella preparazione di dolci o piatti salati, soprattutto quelli di pesce! Il suo sapore dolce e piacevolmente acidulo, non sovrasta, ma anzi esalta il gusto pieno di crostacei e molluschi. Ottimo per accompagnare un delicato carpaccio di tonno annaffiato da succo di lime e qualche arachide.

Lo sapevi che

Leggenda indiana vuole che l’albero di mango sia la residenza del dio Kama, il dio dell’amore, le cui frecce a forma di fiore suscitano l’amore nelle persone che colpisce. E come non festeggiare un frutto così sacro? Ebbene sì, il mango ha la sua festa! Da marzo a giugno, periodo di maturazione, la città indiana di Ahmedabad, si riempie di bancarelle e colori per rendere onore al suo frutto magico.

Gallery