Melagrana

Tagliatelo a metà e con un cucchiaio battete sulla buccia, cadranno tutti i suoi chicchi!

Flick on Food

Origine

 

Ricco di storia, il Melograno appartiene alla famiglia delle Punicaceae, originaria dell’Asia Minore, della Persia e dell’Afghanistan. Anticamente conosciuto come “mela di Cartagine”, oggi viene coltivato in tutto il bacino del Mediterraneo, in particolare in Spagna e in Israele. In Italia la domanda è in forte crescita anche nelle GDO e proprio per questo è nato “Pomgrana”, un progetto pugliese dedicato alla sua coltivazione. Il frutto del “Melograno” è la melagrana, ritenuto miracoloso per le sue proprietà antiossidanti e antitumorali. La varietà più nota è "Wonderful One", quella tardiva, dato che la si trova da fine ottobre fino al mese di marzo.

Cook it

La melagrana non è solo un frutto ricco di proprietà antiossidanti e antitumorali, ma è anche ottimo da gustare dato il suo sapore a metà tra dolce e acidulo. Un gusto che lo rende adatto sia per arricchire piatti dolci che salati. E poi il suo colore rosso porpora lo rende perfetto per le nostre tavole autunnali, infatti non può mancare anche sui piatti natalizi. Ottimo per il risotto, gelatina e succo di melograno che è la bevanda "antiage" per eccellenza...

Lo sapevi che

Simbolo di fertilità e prosperità in Dalmazia come in Cina dove il melograno raffigura l’organo sessuale femminile. Anche nella pittura del XV e del XVI secolo si dipingeva una melagrana nella mano di Gesù Bambino, riferendosi alla nuova vita donataci da Cristo. Molto diffuso nelle decorazioni pittoriche di Piero della Francesca e Donatello..

Gallery