Nespola

Crea una crema di nespole e accompagnala con dei gamberi scottati: una delizia!

Flick on Food

Origine

 

La nespola è un frutto con origini molto antiche, I millennio a.C., nell’area del Mar Caspio. Immediatamente si diffuse in Italia e in Grecia e nel Medioevo, grazie alle sue numerose proprietà, veniva utilizzato come un vero e proprio farmaco per combattere febbre e problemi intestinali. Intorno al 1700/1800 le nespole cominciarono ad essere utilizzate come ingrediente, soprattutto in Cina e in Giappone. In Europa rimase un frutto raro, a causa delle poche coltivazioni locali e della scarsa resa economica. La varietà di nespole che troviamo sulle nostre tavole è infatti quella giapponese, la cui pianta si è adattata ormai anche al clima europeo con un picco di maturazione nel mese di giugno.

Cook it

Le nespole hanno tempi di maturazione lunghi e sono pronte per essere mangiate se sono gialle, morbide e con la buccia liscia. La varietà più comune è quella giapponese, il suo gusto acidulo la rende ideale per accompagnare pietanze molto zuccherine come liquori e dessert. Nonostante vengano spesso trascurate come ingrediente, si trovano in molti piatti sia dolci che salati.

Lo sapevi che

Con le nespole bisogna aver pazienza! I nespoli hanno un periodo di fruttificazione molto lunga, che va dagli 8 ai 10 anni, e una volta raccolte le nespole non possono essere mangiate immediatamente, ma bisogna aspettare un periodo di 2-3 settimane minimo. In Italia si coltivano ancora soprattutto nella città di Trabia, Palermo, dove ogni anno si dedica al frutto una sagra!

Gallery