Pera Pennata

Perfetta sia per piatti dolci che salati. Utilizzata da Sal De Riso per la sua “Ricotta e pere".

Flick on Food

Origine

 

Nel Comune di Agerola (NA) confinante con Furore e circondata dai Monti Lattari, collocato nel punto di unione tra Costiera Amalfitana e Penisola Sorrentina, si producono prodotti unici. Tra questi c’è la pera pennata, assomigliante quasi ad una mela, dal sapore pastoso e dolce, proveniente da una pianta molto vigorosa, coltivata in orto-frutteti misti a conduzione familiare. Settembre è il mese di raccolta, il suo colore è verde brillante tendente al giallo quando matura, con polpa consistente, dolciastra e dalla spessa buccia molto profumata. Il frutto legato al mondo rurale e contadino è una varietà preziosa. Data la sua rarità varie Associazioni locali si stanno battendo per ottenerne il marchio IGP, che garantirà anche migliori prezzi sul mercato e una proficua commercializzazione.

Cook it

La pera pennata ha un sapore dolciastro e una buccia profumata. Si presta sia nella realizzazione di ricette salate che dolci. Perfetta con i prodotti norcini e caseari della città di Agerola, come il provolone del monaco, la ricotta, la pancetta ed il capicollo. Inoltre dalla pera si ricava una squisita confettura dal sapore delicato e addirittura un’essenza in flaconi di vari formati. Famosa anche perché utilizzata da Sal De Riso per la sua Ricotta e Pere, insieme a ingredienti unici come la ricotta di Tramonti e le nocciole di Giffoni.

Lo sapevi che

Perché pennata? In passato quando c’erano molti allevatori e stalle, le pere venivano sistemate a maturare nel “pennatone“, ovvero il sottotetto adibito a deposito. Quelle imperfette assieme alle mele erano date in pasto ai maiali, per accrescerne la bontà delle carni. Il termine quindi deriverebbe da “pennatone” o dal fatto che l’albero essendo molto alto, raggiungesse il sottotetto stesso.

Gallery