flickonfood_new_on

Radicchio di Chioggia IGP

La Rosa di Chioggia, la varietà di radicchio da assaporare crudo!

Origine

Il primo a fregiarsi in Europa del marchio IGP il radicchio di Chioggia si distingue dalle altre varietà per la sua forma sferica moto compatta, colore rosso intenso e gusto fortemente amarognolo. Tutte le varietà di radicchio oggi coltivate derivano da ibridazioni spontanee e dal lavoro di orticoltori e produttori dell’area lagunare tra Venezia e Rovigo. Il radicchio di Chioggia assunse importanza commerciale verso la metà del XIX secolo e dagli anni ‘60 in poi, si diffuse anche in Abruzzo, Emilia-Romagna, Lombardia, Marche e Puglia. Questa varietà di radicchio è fortemente legata al luogo in cui viene coltivata, Chioggia, denominata la piccola Venezia, che è una città lagunare, il cui territorio e caratteristiche climatiche hanno dato fama a questa varietà unica. Oggi viene coltivato anche in altri territori, nelle province di Padova, Rovigo e Venezia. In dialetto chioggiotto “radicio de Ciosa” si distingue per la sua forma che richiama proprio quella di una rosa e da qui l’appellativo “Rosa di Chioggia”, e si divide nella tipologia precoce (aprile-luglio) e tardivo (settembre-marzo).

In Cucina

Ricco di fibre, vitamine e proprietà nutritive e depurative per l’organismo. Il radicchio di Chioggia IGP, soprattutto nella varietà tardiva, ha un sapore amarognolo e una croccantezza al palato che lo rendono perfetto da gustare crudo. Ottimo anche al forno abbinato a lasagne, riso e pasta. Da provare saltato in padella, si prepara tagliandolo a striscioline e facendolo saltare con aglio, olio e peperoncino. Ottimo anche alla piastra, alla griglia, al cartoccio o in agrodolce. E se volete dare un tocco unico al vostro piatto, abbinate il sapore amarognolo del radicchio alla dolcezza dell’uvetta. Il risultato è un vero piacere per il palato.

Lo Sapevi Che

Il Radicchio di Chioggia si aggiudica il marchio IGP nel 2008. Il Consorzio di Tutela del Radicchio di Chioggia Igp ha lo scopo di promuovere il Radicchio di Chioggia e il suo territorio, noto per la ricchezza di cultura e tradizioni e per la sua posizione strategica, a metà tra terra e mare. Il Veneto, con circa 9 mila ettari coltivati e una produzione di oltre 100 mila tonnellate, detiene il primato assoluto in tutta Italia per la produzione di radicchio. Mentre sapete perché in USA preferiscono proprio il radicchio di Chioggia? Grazie alle sue proprietà di adattamento a diverse condizioni climatiche, anche quelle più miti.

Varietà

Share