flickonfood_new_on

Radicchio Rosa del Veneto

Una perla del “Made in Italy” dal colore unico, perfetto per decorare le vostre tavole natalizie.

Origine

Nella patria del radicchio, dove troviamo varietà uniche come radicchio rosso tardivo di Treviso, radicchio di Chioggia, variegato di Castelfranco e di Verona, esiste una varietà meno conosciuta. Un prodotto che ha catturato la nostra attenzione non solo per il colore e la forma ma anche per il gusto, parliamo del radicchio “La Rosa di Verona”. Perché rosa? In realtà la tinta rosata si ottiene grazie a una particolare procedura di coltivazione durante la quale il radicchio viene tenuto lontano dalla luce del sole, responsabile dello scurire delle foglie. Un vero prodotto di nicchia per pochi intenditori, che è stato ricoperto negli ultimi anni e insieme alla Rosa di Gorizia, sono un vero fiore all’occhiello, di una regione conosciuta in tutto il mondo per questo meraviglioso prodotto. Il radicchio rosa ha conquistato agricoltori di tutto il mondo, in particolare in California e Pennsylvania.

In Cucina

Prodotto di nicchia, per pochi intenditori che ne sanno apprezzare le note amarognole accompagnate a un retrogusto dolce. La sua consistenza croccante lo rende perfetto da abbinare a salse, tortini e anche mousse e dessert. Perfetto per guarnire i vostri piatti e renderli non solo buoni ma anche belli da vedere. Una ricetta speciale per stupire i vostri ospiti, colorando di rosa la tavola a Natale, sono gli gnocchetti con radicchio rosa. Gli gnocchetti di patate che insieme alla panna sono ancora più morbidi al palato e il radicchio rosa di Verona che le dona un retrogusto amaro e croccante. Insomma un piatto colorato, prelibato, dal sapore davvero intenso.

Lo Sapevi Che

Una vera perla del Made in Italy, che racconta in maniera eccelsa l’unicità e la biodiversità del nostro Paese. Sapete come è stato scoperto? Nei locali più chic tra New York e Londra. Un trend degli ultimi due anni è proprio quello di fotografare cibi colorati, il pubblico più giovane soprattutto statunitense, è appassionato del rosa, tanto da essere soprannominato «Millennial Pink». Sono state diffuse sui social foto di piatti unici in ristoranti di tutto il mondo, realizzati con il Radicchio Rosa di Verona, e proprio così ci siamo resi conto che forse era il caso di valorizzarlo anche in Italia. Anche se comunque ancora oggi non è un prodotto molto diffuso, anzi molti ne ignorano l’esistenza.

Varietà

Share