Salvia

Salvia, pianta stagionale? Non proprio, ma meglio evitarla in primavera!

Flick on Food

Origine

 

Esistono oltre 800 specie di salvia, la più comune e diffusa è la Salvia Officinalis. È una pianta perenne, originaria dell'Europa mediterranea. Il nome deriva dal latino salvus (salvo) o salus (salute), in riferimento alle sue facoltà benefiche. Sono numerosi i proverbi e le leggende legate alle virtù della salvia, da molti considerata simbolo di longevità ("Chi ha salvia nell'orto ha la salute nel corpo").

Cook it

La salvia è utilizzata nella cucina italiana soprattutto per aromatizzare i condimenti dei primi piatti: un grande classico per ravioli, gnocchi o pasta fresca è parmigiano e burro fatto imbiondire e aromatizzato con foglie di salvia. Le varietà con le foglie più grandi vengono a volte passate in pastella e fritte o frullate con olio sale e pepe ottenendo una salsina dal gusto e dal profumo intensissimi, perfetta con verdure bollite.

Lo sapevi che

Una foglia di salvia strofinata su denti e gengive placa eventuali infiammazioni e sbianca, lasciando la bocca profumata! Oggi sono riconosciute le sue proprietà antisettiche, antibatteriche, antinfiammatorie, antivirali, antimicotiche (solo per citarne alcune). La salvia è inoltre un ottimo regolatore ormonale per le donne.

Gallery