Friggitelli

Friggitello o Friarello, il piccolo e dolce peperone “che si frigge”!

Flick on Food

Origine

 

I friggitelli, chiamati anche Puparulilli e friarelli (da non confondere con i friarielli con la “i”, ovvero le cime di rapa), sono una varietà di peperoni appartenente alla famiglia delle Solanaceae, originari del Messico e in generale del Sud America, importati in Europa dagli spagnoli dopo la scoperta del Nuovo Continente. Riconoscibili per la forma allungata simile a quella dei peperoncini e il sapore tipicamente dolce, oggi vengono coltivati soprattutto nel Sud Italia, in particolare in Abruzzo, Puglia e Campania, dove il periodo di raccolta si svolge da giugno a settembre, quando il colore dei friggitelli raggiunge il verde brillante!

Cook it

Tipici della cucina tradizionale campana, i friggitelli sono impiegati per la realizzazione di tantissime ricette: ideali per insaporire pasta, pizza, frittate, ottimi come piatto unico ripieni al forno, o come contorno per secondi a base di carne. Il modo migliore per gustare il loro inconfondibile sapore? Saltati in padella con olio, sale grosso e consumati senza posate, afferrandoli semplicemente dal picciolo! Da provare con una fetta di pane casereccio, con cui fare scarpetta nel piatto!

Lo sapevi che

Nella sola città di Napoli i friggitelli vengono chiamati “Puparulilli d’o Sciummo ”, mentre nel resto della Campania questa varietà viene indicata anche con il termine “Peperunciello e’ ciumm”. Entrambi gli appellativi dialettali, sono utilizzati per denotare le parule, ovvero i territori di coltivazione acquitrinosi, a ridosso di canali e fiumi, dove cresce questa varietà di peperoni.

Gallery