flickonfood_new_on

Valeriana

La valeriana, insalata estiva che rinfresca il palato: ottima abbinata a mele golden e noci.

Origine

Il nome scientifico della valeriana è Valerianella locusta, conosciuta con nomi differenti a seconda delle diverse regioni italiane in cui viene coltivata: formentino, songino, soncino, gallinella, dolcetta, grassagallina, sarset o valerianella. Della provenienza di questa pianta si sa ben poco, ma secondo alcuni studi sarebbe originaria della Sicilia e della Sardegna, e si sarebbe diffusa successivamente in tutta Europa. Il songino, che appartiene alla famiglia delle Valerianacee, è una pianta erbacea che cresce spontanea nei prati e nei terreni sabbiosi, ma viene anche coltivata negli orti. Della valeriana vengono utilizzate in cucina le foglie carnose, di colore verde brillante. Vanno invece eliminate le foglie ingiallite o appassite. Bisogna fare attenzione a non confonderla con la quasi omonima Valeriana Officinalis, erba utilizzata in ambito fitoterapico per le sue proprietà sedative e ansiolitiche. I fiori della valeriana sono bianchi o azzurri e le foglie, piccole, ovali e carnose, sono disposte a rosetta. Viene piantata in inverno e fiorisce in primavera con fiori bianchi o azzurri.

In Cucina

Si consiglia in genere di consumarla cruda perché le foglie, essendo troppo delicate, appassirebbero molto velocemente a contatto con fonti di calore. È ideale come contorno a fine pasto, per rinfrescare il palato: la valeriana si accompagna bene in insalata anche con la frutta: mele golden leggermente acidule, noci, spicchi d’arancia, ananas. Un’alternativa alla solita insalata è una gustosa vellutata a base di songino e patate, oppure il pesto di valeriana da utilizzare come condimento. In occasione dell’arrivo dell’estate, la chef stellata Cristina Bowerman ha realizzato un piatto semplice il cui ingrediente principale è proprio la valeriana: crema di songino, avocado e panna al limone — una ricetta a portata anche dei meno esperti. L’unione di questi ingredienti semplici risulta in un avocado schiacciato e a julienne, coperto con un coulis di songino e completato con panna al limone e semi di sesamo. Da servire con della pita calda.

Lo Sapevi Che

Il songino è un’insalata molto comune sulle tavole italiane. Ha un apporto energetico piuttosto ridotto, è ricco di fibre, vitamine e sali minerali, ed è utile nella prevenzione dell’anemia e dell’arteriosclerosi. Questo perché il songino, grazie alla sua azione rinforzante dei vasi capillari e della facilitazione della circolazione sanguigna, previene le malattie cardiovascolari. Tale proprietà, di cui beneficia anche il cuore, è dovuta alla presenza di vitamine B. Tra le altre proprietà della valeriana possono essere citate le azioni rinfrescanti e digestive — non a caso, viene servita a fine pasto, perché ricca di principi attivi utili facilitare la digestione dei grassi. Inoltre questa verdura è povera di calorie, 20 per ogni 100 grammi di prodotto.

Share