flickonfood_new_on

Cicerchia di Colfiorito

Ottima su una bruschetta croccante con olio extravergine d’oliva piccante ed erba cipollina!

Origine

La cicerchia di Colfiorito è un legume tipico della tradizione agricola umbra, coltivata ad oltre 1000 metri sul livello del mare. Legume che vanta origini antichissime: i primi reperti furono scovati nell’8000 a.C. nei siti della Mesopotamia, motivo per cui divenne simbolo “istruttivo” per la botanica e l’antropologia. Fino a qualche anno fa, la sua coltivazione era stata abbandonata per mancanza di manodopera e per la concorrenza con altre tipologie di legumi. Fortunatamente, oggi è stata recuperata grazie alla manodopera di piccoli agricoltori e imprenditori locali, in particolare a Colfiorito, una piccola frazione del comune umbro di Foligno. La Cicerchia di Colfiorito ha un aspetto unico dato dalla sua forma schiacciata e rettangolare e dal suo sapore che è un mix tra ceci e fave. La semina avviene in primavera e la raccolta viene fatta nel mese di luglio.

Cookit

La cicerchia di Colfiorito ha un sapore rustico, delicato e morbido al palato come il fagiolo. Le ricette tradizionali che la vedono come protagonista sono numerose: dalla zuppa classica alla minestra di farro alla trebua. Si consiglia, però, di gustarle in preparazioni più semplici. I migliori amici di questo prodotto sono, infatti, l’olio extravergine d’oliva e le erbette come: il timo, il serpillo, la santoreggia e il rosmarino. Possono essere accompagnate, infine, con del buon pane integrale rustico e cotiche di maiale.

Lo Sapevi Che

La cicerchia di Colfiorito è un legume ricco di principi nutritivi, ma che allo stesso tempo conserva un livello basso di tossicità, un po’ come i pomodori e le patate. Ecco perché non ha sempre goduto di ottima fama. In realtà basta non assumerla in grandi quantità e frequentemente. Come tutti i legumi, è, inoltre, ricca di proteine, fibre solubili, sali minerali e vitamine del gruppo B.

Varietà

La clementina di Calabria IGP diventa uno snack

Read More
Share