flickonfood_new_on

Asparago Violetto di Albenga

Crêpes con asparago violetto di Albenga, ricotta e gamberi, ricetta creativa per il menù di Pasqua

Origine

L’asparago violetto di Albenga è una varietà particolarmente pregiata non solo per il colore e per le considerevoli dimensioni dei turioni, ma anche per il suo sapore unico. L’asparago violetto è una pianta le cui tracce risalgono addirittura all’antica Mesopotamia. Nei secoli scorsi nella Piana di Albenga esistevano diversi tipi di asparago violetto che però sono scomparsi per il passaggio a colture più redditizie. La varietà che oggi viene coltivata e messa in commercio risale al XVII secolo: si tratta del risultato di alcune variazioni genetiche che hanno eliminato i caratteri indesiderati — per esempio il diametro troppo piccolo o il gusto amarognolo.
Sebbene abbiano tentato di coltivarlo anche in altre parti del mondo, dalla California alla Nuova Zelanda, i terreni ideali per l’asparago violetto sono quelli alluvionali, che vantano un profondo strato sabbioso e limoso della Piana di Albenga, dove però oggi la coltivazione risulta molto ridotta rispetto ai primi decenni del secolo scorso. Il forte legame con il suo territorio ne ha decretato l’inserimento nell’elenco nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT).

Cookit

L’asparago violetto si distingue per morbidezza, burrosità e per il sapore fruttato e tendente al dolce, oltre ad essere privo di quella fibrosità che caratterizza le altre varietà di asparagi. Per esaltarne il sapore, si consiglia di consumarlo senza sale e di evitare cotture prolungate. L’ideale sarebbe gustarlo condito con dell’olio evo, o accompagnato a pietanze altrettanto delicate, come le carni bianche o il pesce. Il modo migliore per non disperdere le sue note gustative è mangiarli bolliti, al vapore, o crudi. Ottimi per la parmigiana, con o senza l’uovo e in abbinamento con orzo perlato e gamberi.

Lo Sapevi Che

Il momento ideale per consumare questa verdura si concentra nel periodo di raccolta, tra marzo e giugno. Bisognerebbe utilizzarli in cucina quando sono ancora freschi, magari il giorno dell’acquisto. La stagionalità, che coincide con il periodo pasquale, rende l’asparago violetto di Albenga un prodotto perfetto per colorare la vostra tavola di Pasqua: numerose sono le varianti delle famose crespelle con asparagi e ricotta, un piatto tipicamente primaverile.

Varietà

Share