Fiore di zucca

Fritto in pastella o ripieno al forno? Il fiore di zucca è una delizia che va consumata in fretta.

Flick on Food

Origine

 

Il fiore di zucca è un’inflorescenza a forma di calice che cresce sulle piante della zucca e della zucchina, specie appartenenti alla famiglia delle Cucurbitacee e originarie del Centro America. Interamente commestibile, il fiore di zucca può essere di genere maschile, che cresce con un lungo stelo dal fusto della pianta, venduto poi a mazzetti, e femminile, dalle dimensioni più piccole, attaccato all’estremità dell’ortaggio. Solitamente, durante la raccolta, che parte dal mese di maggio e continua tutta l’estate, si predilige cogliere i fiori maschili, perché la raccolta di quelli femminile, interrompe la crescita della verdura, rovinandone la resa.

Cook it

Ingrediente principe della cucina regionale italiana, il fiore di zucca con il suo sapore delicato e il colore vivace è versatile: perfetto con pasta, risotti, zuppe e torte salate, ottimi ripieni al forno. Irresistibile fritto alla romana, con ripieno di provatura e acciughe! O nelle frittelle calabresi, dette sciuriddi, la cui pastella si prepara con farina, uova, prezzemolo e formaggio pecorino pepato. È fresco quando il colore è verde brillante e le foglie sono sode e non annerite!

Lo sapevi che

Nonostante la sua forma elegante e affusolata, il fiore di zucca tradizionalmente simboleggia la “goffaggine”, a causa della posizione disordinata che assume durante la crescita sulla pianta. Un altro significato è la “brevità”: il fiore infatti, una volta colto ha una vita di solo 1-2 giorni, e se non viene consumato velocemente rischia di deperire.

Gallery